Loving-the-Mother-2015-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-518

LOVING THE MOTHER – per donne in cammino

Immagina un meraviglioso incontro di donne che si risvegliano al loro potenziale immenso
e diventano co-creatrici di un cambiamento mondiale.
Loving The Mother è un seminario esperienziale, 
tenuto annualmente in diverse parti del mondo,
dedicato all’esplorazione della femminilità e alla ricerca del proprio scopo di vita.
Giuditta Tornetta
(ideatrice, conduttrice e doula)

Quando mi chiedono dove sono stata di recente, rispondo: a Loving the Mother.
Quando mi chiedono di cosa si tratti, sorrido.
Non è facile spiegarlo e non è facile raccontarlo: è un mondo.
Un mondo di cura, che ruota attorno a quell’evento clamoroso che è la nascita.
Quindi qualcosa che interessa ciascuno di noi.

Che tu stia dando vita a una nuova carriera, o a una nuova te,
che tu stia dando alla luce un bambino
o aiutando una donna nella sua esperienza di parto,
questo seminario è adatto a te. 

CONTINUA…

DEE-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-1

DI DONNE E DI DEE – Ritratti in light painting

Io penso che la bellezza risieda in ciascuno di noi.
Il light painting, «pittura di luce ‘gentile’»  – come l’ha definita una mia… cavia – consente di ‘estrarre’ tale bellezza sotto forma di potere e mistero, complici il tempo e l’oscurità.

La cura, direi anche.

La mia idea iniziale era realizzare sette immagini relative ciascuna a uno degli archetipi femminili riconducibili alle divinità greche di cui parla la psicanalista J. Bolen nel suo saggio Le dee dentro la donna (1984). Le dee in questione sono: Estia, Artemide, Atena, Demetra, Persefone, Era e Afrodite. La tecnica fotografica prescelte è la ‘pittura con la luce’.CONTINUA…

facebook e il ritratto

Faccia a faccia (Facebook e il ritratto)

Mi ero ripromessa, nell’inaugurare il nuovo sito, che avrei scritto un post alla settimana.
Ho capito quasi subito che l’idea era ottima, ma l’ambizione esagerata…

Diciamo allora ogni 15 giorni?
E sorvoliamo se ogni tanto si arriva al mesetto, metti che si abbia un ingorgo di lavoro o le bambine malate…
Non più di un mese, però!
Tassativo.

E invece no. Eccomi qui a fare i conti con quasi tre mesi di ‘silenzio blog’.
TRE MESI?!
Cos’è successo, nel frattempo? Che cosa ho fatto? Dove sono finita?
È presto detto: sono stata risucchiata in Facebook!

CONTINUA…