OUCH! CONTRATTEMPI

Cosa succede se abbiamo bisogno di cambiamo la data dell’evento/cerimonia?

Se la nuova data prescelta è libera nella mia agenda e se la modifica della data avviene entro 1 mese da quella prevista, ci si accorda per la nuova data, caparra e anticipo valgono e il saldo successivo rimane invariato.
Se invece la nuova data prescelta è libera nella mia agenda ma la modifica della data avviene più a ridosso della cerimonia, dovrete riconoscermi un 10% in più dell’intero importo, a copertura parziale della mancato utilizzo da parte mia della prima data.
Se infine la nuova data non è per me disponibile, per legge, decade il contratto fra noi e valgono le stesse condizioni e more indicate sotto per la disdetta (Vedi: E se la cerimonia salta).

Posso cambiare la data della sessione di ritratto?

Per motivi validi, sì, dato un preavviso minimo di una settimana, senza variazioni di contratto o modifiche di prezzo. Se invece la variazione avviene più a ridosso della data fissata, è previsto un 10% in più dell’intero importo, a copertura parziale della mancato utilizzo da parte mia della prima data.

E se la cerimonia salta?

Anzitutto, voi potete recedere dall’accordo entro quattordici giorni dalla firma del contratto, senza che nulla mi sia dovuto e, quindi, con la restituzione integrale dell’acconto (caparra+anticipo) versato. Le successive disdette sono regolate dall’accordo che Tau Visual ha stipulato con le associazioni dei consumatori (si veda qui… matrimoni). La mia proposta, comunque, è quella di convertire il contratto per un altro prodotto di pari valore (altro reportage, sessioni di ritratto, prodotti ecc.).

E se fossi tu a non poter venire per cause gravi?

Anzitutto dovrei dimostrarvi la reale impossibilità a svolgere il mio incarico. Poi mi impegnerei a proporvi un fotografo o una fotografa di mia fiducia e di pari livello che possa svolgere il lavoro al posto mio. Inoltre, in base all’accordo con i consumatori stilato da Tau Visual, sono tenuta a rimborsarvi del 20% del totale pattuito, a titolo di rimborso del danno involontariamente arrecatovi. Oppure, se preferito, a rifondervi della stessa cifra tramite servizi o prodotti di pari valore.